Renaissance

Artista,
Autrice
Membro de l'l'Académie Arts-Sciences-Lettres de Paris

Quadri


Sin dalla prima infanzia Alessandra Viotti disegna ovunque: sui muri, sulle lenzuola, sui materassi, per terra, sulla carta... poi dipinge.
La formazione nell'atelier "alla rinascimentale" del suo Maestro, l'ambiente colto e privilegiato, gli studi, il lavoro, il suo temperamento e la vita faranno il resto.
Negli anni 90', proprio quando Pozzi aveva deciso per lei Venezia, Alessandra si ammala in seguito ai vapori chimici inalati quotidianamente nell'atelier (dove si realizzano incisioni, ceramica e dipinti nelle varie tecniche). Per molti anni sarà costretta a vivere con grandi precauzioni e ad abbandonare (temporaneamente) la pittura.
Pubblicherà molti libri per ragazzi, ne curerà i disegni, insegnerà, disegnerà gioielli, abiti e personaggi.
Nel 2014 si trasferisce nel sud della Francia, vicina al mare, qui le sue allergie si attenuano. Finalmente libera può dipingere.
Il 2016 è per lei, l'anno del colore. Utilizza gli acrilici con le mani, con i piedi, inventa strumenti e oggetti, "usa il colore" senza moderazione.
Realizza i quadri "La Poesia di Vera" e crea un libro d'artista, ne seguono mostre e dediche in Francia.
Nel 2017 ancora il colore puro che la conduce alla mostra "Comme un vol de papillons". Alessandra, tuttavia, ama sopra ogni cosa il figurativo: disegno e pittura.
Nel 2017 nasce la linea "I volti e la luce".
Fine osservatrice e studiosa dell'animo umano dipinge i suoi personaggi con tratti decisi e essenziali, intenta a valorizzarne gli aspetti più intimi. Toglie il superfluo, lascia l'essenza, alla ricerca della verità che vuole esaltare con colori pieni di luce e qualche ombra.
"È la reazione alla sofferenza che distingue gli uomini. Ciò che nasce dal dolore, il figlio del dolore, ci rende diversi."
BiancoPuro Alessandra Viotti